Carrello

non ci sono prodotti nel tuo carrello

libri

LA GALLERIA DELLE ARTI DELL'ACCADEMIA DI PARMA

Parma 1752-2007

  • Disponibile
  • € 60,00
  • Compra

A cura di Marzio Dall'Acqua e Lucia Fornari Schianchi. Testi di Marzio Dall’Acqua, Lucia Fornari Schianchi, Mariangela Giusto e Carlo Mambriani.

Dopo due anni di chiusura l’Accademia delle Belle Arti di Parma riapre i battenti con una sede restaurata e una collezione di opere con una nuova sistemazione, più razionale, più attenta ai temi e alle vicende dell’Istituzione nata nel 1752 per volere di don Filippo di Borbone, che esalta l’eccellenza del patrimonio ed insieme la specificità, immutata nel tempo, seppure adeguata alle mutate esigenze del nostro operare.

Questo volume, di quasi 400 pagine, ne rappresenta il catalogo ed esce sotto l’egida del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Accademia di Belle Arti e Soprintendenza al Patrimonio Storico Artistico e Etnoantropologico di Parma e Piacenza.

Nel libro sono inoltre presenti saggi di: Marzio Dall'Acqua, che ha fatto una ricostruzione della storia dell’Accademia, soprattutto settecentesca, Lucia Fornari Schianchi, che ha scritto sull’evoluzione del gusto accademico nei secoli, Mariangela Giusto, che parla di quanto la Galleria Nazionale deve all’Accademia, Carlo Mambriani, che si concentra sui concorsi di architettura.

Seguono quindi l’iconografia e le schede delle opere, redatte da un gruppo di collaboratrici della Soprintendenza: Nicoletta Agazzi, Carla Campanini, Stefania Campanini, Nicoletta Moretti e per la scultura Anna Mavilla. Le fotografie sono di Mauro Davoli e la grafica di Alberto Nodolini.

Breve storia dell'Accademia di Belle Arti di Parma

L’Accademia Nazionale di Belle Arti di Parma apre le porte della sede di Viale Toschi, dopo due anni di restauro. Una prestigiosa istituzione, nata 250 anni fa per volontà del duca Don Filippo di Borbone e poco nota ai parmigiani, che merita di essere riscoperta.

Centinaia di opere d’arte esposte, tra cui si ritrovano sculture e dipinti di grandi protagonisti della storia dell’arte, oltre a incisioni, progetti architettonici, scenografie e oggetti di vario genere. Tra gli artisti che hanno gravitato e gravitano attorno all’Accademia si ricordano: Francisco Goya, Latino e Aristide Barilli, Ettore Ximenes, Amedeo Bocchi, Jean-Baptiste Boudard, Luigi Froni, Giuseppe Drugman, Claudio Spattini, Ennemond Petitot, Riccardo Fainardi, Renato Vernizzi, Nando Negri...

Proprietà dell'articolo
creato:giovedì 4 giugno 2009
modificato:lunedì 1 febbraio 2010