Carrello

non ci sono prodotti nel tuo carrello

libri

IL CONGRESSO DI VIENNA: PROGETTARE L'EUROPA

  • Disponibile
  • € 15,00
  • Compra

Nell’anno della celebrazione del duecentesimo anniversario dell’arrivo a Parma della duchessa Maria Luigia d’Asburgo l’Archivio di Stato di Parma, per sua natura istituto culturale che conserva la memoria delle istituzioni statali succedutesi nel tempo sul territorio, vuole porre l’accento sulle caratteristiche degli Stati che la sovrana veniva a governare direttamente.

La mostra “Parma: un ducato al centro della politica internazionale. Il Congresso di Vienna: progettare l’Europa”  intende porre in risalto, in una esposizione di grande effetto emotivo, il ruolo internazionale svolto dal ducato di Parma, Piacenza e Guastalla nel contesto europeo.

Una funzione sancita concretamente, giuridicamente e fisicamente, sia dai trattati di diritto internazionale che ne avevano decretato il passato, a partire dell’accordo tra don Ferdinando di Borbone del 1796 con la Francia, a quello di Aranjuez del 1801 tra Francia e Spagna, che prevedeva le dimissioni di don Ferdinando e la concessione del Regno di Etruria al figlio Lodovico, a quelli firmati dalla stessa Maria Luigia con i diversi Stati italiani e stranieri.

Il libro pubblicato da MUP Editore a corredo alla mostra, a cura di Marzio Dall’Acqua con Mario Palazzino e la collaborazione di Lucia Togninelli e Antonella Barazzoni, impreziosito dalle straordinarie fotografie artistiche di Mauro Davoli, non fa che arricchire la strepitosa documentazione esposta: una serie di accordi e di trattati che arrivano quasi a ridosso dell’unificazione nazionale. Il dovuto ringraziamento ai curatori della mostra, va esteso ai prestatori delle opere esposte di corredo al percorso documentario: il Museo Glauco Lombardi di Parma e il Liceo d’Arte Paolo Toschi di Parma.

Proprietà dell'articolo
creato:martedì 17 gennaio 2017
modificato:martedì 21 marzo 2017