Carrello

non ci sono prodotti nel tuo carrello

libri

  • L'ANATRA ALL'ARANCIAL'ANATRA ALL'ARANCIA

    Le piazze della Bassa diventano teatro e palcoscenico del melodramma lirico che si racconta con aneddoti e vicende
    • Disponibile
    • € 4,90
    • Compra
  • SCRIVERE IN GIALLOSCRIVERE IN GIALLO

    Antologia di racconti gialli e noire
  • CASA D'ALTRICASA D'ALTRI

    Un grande racconto della letteratura italiana che Eugenio Montale dichiarò “perfetto”
    • Disponibile
    • € 13,00
    • Compra
  • ZANADINEZANADINE

    Amori contadini
    • Disponibile
    • € 10,00
    • Compra
  • VENT'ANNI DI BEFFEVENT'ANNI DI BEFFE

    Le "barzellette" sul Fascismo durante il Fascismo
    • Disponibile
    • € 19,00
    • Compra

OPERE

Romanzi, racconti, saggi, poesie e narrativa per ragazzi

  • 978-88-8871-002-0
  • D’Arzo Silvio
  • 2003
  • 1070
  • Zooforo
Un nano ed un gigante che addestrano animali, un ragazzo che progetta macchine micidiali per sbarazzarsi del fratellino, un simpatico pinguino che con tenacia riesce a conquistarsi il frac e la saggezza; sono, questi, solo alcuni dei personaggi che popolano lo straordinario mondo darziano. Creature misteriose e a volte inquietanti che, come la vecchia Zelinda di Casa d’altri, ormai consacrata a metafora dell’esistenza, e il diabolico funambolo della locanda “Buon Corsiero”, camminano sospesi tra la vita e la morte, la giovinezza e la vecchiaia, la normalità e la diversità. La cifra stilistica che contraddistingue l’intera scrittura darziana attraversa diversi registri letterari - restituendo nuova linfa a generi poco praticati in Italia, come il romanzo breve e la narrativa per ragazzi - muovendosi liberamente sul crinale tra innovazione e tradizione, “tra Cronaca e Arcadia”. Lontano da schemi inadatti a classificare la sua complessità, D’Arzo, scrittore del silenzio, appare come uno degli autori più interessanti del panorama letterario del secolo passato. Una scrupolosa cura filologica ha permesso di recuperare tutti i testi nella loro veste editoriale più attendibile, proponendo anche pagine inedite; due introduzioni prendono per mano il lettore alla scoperta di questo Stevenson padano, ormai un classico della letteratura italiana del Novecento.
Proprietà dell'articolo
creato:giovedì 4 giugno 2009
modificato:mercoledì 3 marzo 2010