Carrello

non ci sono prodotti nel tuo carrello

libri

  • L'INCUBO DELLA FOLLIAL'INCUBO DELLA FOLLIA

    La follia si colora di nero
  • IL PATAFFIOIL PATAFFIO

    Irriverente romanzo farsesco, in cui le guerre si combattono a suon di "insulti infami" e "tuoni di pancia"
    • Disponibile
    • € 4,90
    • Compra
  • PENNY WIRTON E SUA MADRE  PENNY WIRTON E SUA MADRE

    Romanzo, solo apparentemente, per ragazzi, Penny Wirton è l’altro versante di Casa d’altri
    • Disponibile
    • € 13,00
    • Compra
  • LA SCUOLA DI LORIALA SCUOLA DI LORIA

    Un’antologia capace di fotografare la narrativa contemporanea italiana nella sua ricchezza di temi e di stili
    • Disponibile
    • € 13,00
    • Compra
  • UGO IL DUROUGO IL DURO

    L'opera vincitrice del Premio Luigi Malerba di narrativa 2019
    • Disponibile
    • €15,00
    • € 14,25 (-5%)
    • Compra

LA BELLA PRIMAVERA

La guerra che lacera e terrorizza rivissuta attraverso lo sguardo di un piccolo “bandito”

  • 978-88-8871-087-7
  • Barbieri Mario
  • 2004
  • 153
  • Varia
  • Disponibile
  • € 5,90
  • Compra
8 settembre 1943-Appennino tosco-emiliano. In spalla il peso del moschetto, negli occhi l’innocenza della giovane età, un ragazzo si ritrova a percorrere armato le mulattiere delle proprie montagne, a dormire sotto un cielo nuovo, sfregiato dalle scie luminose della guerra; nome di battaglia: Bianchi. I nuovi compagni ora non sono solo Elvio, Max, Ibel e Fiamma, con cui impara a sparare, fuggire e ascoltare il silenzio, ma anche gli abitanti del luogo, come la Genia e Domenico, che offrono un pasto caldo, un nascondiglio, e il conforto delle parole. La guerra che lacera e terrorizza viene rivissuta attraverso lo sguardo di questo piccolo “bandito” che, impacciato a colpire il bersaglio e ad adeguare il proprio passo a quello di Pieveloce, trattiene di quella tragica vicenda gesti ed atmosfere che palpitano di umanità, e i sogni di un giovane che vuole ancora sperare. Una parabola esistenziale di un ragazzo che, abbandonati i libri dei cari autori latini sul banco di scuola, combattendo contro la fame, la stanchezza e la paura, diventa uomo consapevole che non esistono eroi, incantato di fronte al manifestarsi del mistero e della verità della vita.
Proprietà dell'articolo
creato:giovedì 4 giugno 2009
modificato:martedì 9 febbraio 2010