Carrello

non ci sono prodotti nel tuo carrello

libri

  • INVERNO COL PADREINVERNO COL PADRE

    Un romanzo che racconta un mondo nascosto nei dettagli
  • TOTO' IL BUONOTOTO' IL BUONO

    Una fiaba moderna, che contiene una visuale tutta moderna dell’uomo
    • Esaurito
    • € 4,90
  • INSEGUENDO SALGARIINSEGUENDO SALGARI

    Uno stile insolito per scoprire e apprezzare un mondo non così lontano
    • Disponibile
    • € 4,90
    • Compra
  • VENT'ANNI DI BEFFEVENT'ANNI DI BEFFE

    Le "barzellette" sul Fascismo durante il Fascismo
    • Disponibile
    • € 19,00
    • Compra
  • UNA CITTÀ IN AMOREUNA CITTÀ IN AMORE

    Il fascino di donne maliarde sullo sfondo dell'Oltretorrente di Guido Picelli

UNA CITTÀ IN AMORE

Il fascino di donne maliarde sullo sfondo dell'Oltretorrente di Guido Picelli

  • 978-88-8871-010-5
  • Bevilacqua Alberto
  • 2003
  • 345
  • Biblioteca Parmigiana del Novecento
L’amore tra Guido Picelli e Amelia Sampieri, nato “con un piccolo grido e con un morso di gioia dolorosa”, si sviluppa, sfiorando il mito, tra il buio e l’umido dei borghi dell’Oltretorrente di Parma.
Nascere, amare e morire sono i tempi che scandiscono l’esistenza dei borghigiani della città vecchia, tempi non interrotti dalle vicende a volte crudeli della Storia. Don Esilio, il vetturino Bordino, l’Amneris, donne fatali, fantasiose e ammaliatrici nei loro gesti erotici, quotidiani ma non banali, si stringono gli uni con gli altri con i lacci di una solidarietà palpabile, unico baluardo eretto contro l’assurdo del vivere.
L’amore sensuale, non corroso dal peccato, innalza queste figure sulla disperazione del reale, sospendendole tra il bene e il male, tra il riso e il dolore.
La sacralità della carne viene qui recuperata in gesti lenti e precisi come quando “si sbuccia una pesca con le dita… O si affonda la punta del coltello, dandole il giusto taglio, in una punta di grana”.
Un romanzo corale in cui si levano voci che recuperano toni modulati ugualmente sul piacere e sulla sofferenza,  sul ricordo “di lenzuola bagnate d’amore o di una schiena ridotta a piaga”.
Un romanzo in cui palpita una vita semplice ed eroica al contempo, in una città sempre in amore, dove si respira un’aria beffarda, benefica e malefica insieme.
Proprietà dell'articolo
creato:mercoledì 25 novembre 2009
modificato:venerdì 5 febbraio 2010