Carrello

non ci sono prodotti nel tuo carrello

libri

  • VENT'ANNI DI BEFFEVENT'ANNI DI BEFFE

    Le "barzellette" sul Fascismo durante il Fascismo
    • Disponibile
    • € 19,00
    • Compra
    • Disponibile
    • € 10,00
    • Compra
  • LA PARMIGIANA LA PARMIGIANA

    Una lolita parmigiana che brucia le tappe, i giorni, le notti
    • Disponibile
    • € 4,90
    • Compra
  • CASA D'ALTRICASA D'ALTRI

    Un grande racconto della letteratura italiana che Eugenio Montale dichiarò “perfetto”
    • Disponibile
    • € 13,00
    • Compra
  • FAREWELL, MY LADY FAREWELL, MY LADY

    La storia di Guido, un ragazzo italiano che si trova a vivere nella Londra d'inizio '900. Un personaggio che resta nel cuore.
    • Disponibile
    • € 18,00
    • Compra

UNA CITTÀ IN AMORE

Il fascino di donne maliarde sullo sfondo dell'Oltretorrente di Guido Picelli

  • 978-88-8871-010-5
  • Bevilacqua Alberto
  • 2003
  • 345
  • Biblioteca Parmigiana del Novecento
L’amore tra Guido Picelli e Amelia Sampieri, nato “con un piccolo grido e con un morso di gioia dolorosa”, si sviluppa, sfiorando il mito, tra il buio e l’umido dei borghi dell’Oltretorrente di Parma.
Nascere, amare e morire sono i tempi che scandiscono l’esistenza dei borghigiani della città vecchia, tempi non interrotti dalle vicende a volte crudeli della Storia. Don Esilio, il vetturino Bordino, l’Amneris, donne fatali, fantasiose e ammaliatrici nei loro gesti erotici, quotidiani ma non banali, si stringono gli uni con gli altri con i lacci di una solidarietà palpabile, unico baluardo eretto contro l’assurdo del vivere.
L’amore sensuale, non corroso dal peccato, innalza queste figure sulla disperazione del reale, sospendendole tra il bene e il male, tra il riso e il dolore.
La sacralità della carne viene qui recuperata in gesti lenti e precisi come quando “si sbuccia una pesca con le dita… O si affonda la punta del coltello, dandole il giusto taglio, in una punta di grana”.
Un romanzo corale in cui si levano voci che recuperano toni modulati ugualmente sul piacere e sulla sofferenza,  sul ricordo “di lenzuola bagnate d’amore o di una schiena ridotta a piaga”.
Un romanzo in cui palpita una vita semplice ed eroica al contempo, in una città sempre in amore, dove si respira un’aria beffarda, benefica e malefica insieme.
Proprietà dell'articolo
creato:mercoledì 25 novembre 2009
modificato:venerdì 5 febbraio 2010