Carrello

non ci sono prodotti nel tuo carrello

Varesi Valerio

Valerio Varesi nasce nel 1959 a Torino da genitori parmensi. Cresciuto nella città emiliana, si laurea in filosofia all’Università di Bologna. Nel corso degli anni Ottanta collabora con “L’Unità”, “La Stampa” e la “Gazzetta di Parma” e nel 1990 diventa redattore de “la Repubblica” nella sede bolognese. Esaurite le prime prove narrative su alcune riviste, l’esordio da romanziere avviene nel 1998, quando pubblica Ultime notizie di una fuga (Mobydick), un giallo liberamente ispirato al famoso “caso Carretta”. Nell’occasione compare per la prima volta la figura del commissario-buongustaio Soneri, che sarà protagonista del successivo libro: Bersaglio d’oblio (Edizioni Diabasis, 2000). Nello stesso anno esce la raccolta Aelia Laelia Crispis in cui, insieme a Barbolini, Pederiali, Manfredi e Barilli, racconta l’enigma di una misteriosa lapide bolognese. Del 2002 è il thriller Cineclub del mistero (Passigli) e il suo ultimo lavoro è Il fiume delle nebbie (Frassinelli, 2003) selezionato al Premio Strega.
Autore di
Proprietà dell'articolo
creato:mercoledì 25 novembre 2009
modificato:giovedì 16 febbraio 2017