Carrello

non ci sono prodotti nel tuo carrello

Morenghi Erminio

Erminio Morenghi si occupa di letteratura tedesca e austriaca. Tiene seminari presso l’Università di Parma sul pietismo, sul Settecento (in particolare su Jung-Stilling e Goethe) e sulle tragedie del destino (Zacharias Werner, Houwald, Müllner, Grillparzer). Ha pubblicato saggi su Thomas Mann, Elias Canetti, Franz Kafka, Thomas Bernhard e sulla letteratura della Finis Austriae. Di Jung-Stilling ha tradotto e commentato gli scritti Sullo spirito rivoluzionario del nostro tempo e La famosa profezia di Cazotte sulla Rivoluzione francese (Zara editore). Ha collaborato al Dizionario Bompiani degli autori e ai volumi Viaggi e viaggiatori del Settecento in Emilia e in Romagna (Il Mulino), Mitteleuropa (Tullio Pironti Editore), Il Paese altro (Bibliopolis), Canetti (Bulzoni),Viaggi in utopia e altri luoghi (Guerini e Associati), I paesi di lingua tedesca. Storia, cultura, società (Il Mulino), Iwan Goll: intersezioni testuali e multimediali (Clueb). In “Studia austriaca” è apparso un suo lungo saggio su Giorgione titolato Referenti asburgici nella ‘Tempesta’? molto apprezzato dagli studiosi Terisio Pignatti e Federico Zeri. Ha partecipato ai progetti teatrali della Commissione europea “Caleidoscopio” e “Connect”, oltre che ad altri laboratori di drammaturgia contemporanea. Collabora con “La Torre di Babele” (Annali del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Parma) e con le riviste “Studia austriaca” e “Studia theodisca”.
Autore di
Curatore di
Proprietà dell'articolo
creato:mercoledì 25 novembre 2009
modificato:giovedì 16 febbraio 2017