Carrello

non ci sono prodotti nel tuo carrello

Jean Metellus

Jean Métellus nasce a Jacmel, nel Sud-Est di Haiti, il 30 aprile 1937. Costretto alla drammatica scelta dell’esilio sotto il regime di François Duvalier, si trasferisce a Parigi nel 1959. Parallelamente agli studi di medicina, Métellus si avvicina al mondo della letteratura. Affascinato dalla lezione balzachiana, è tuttavia come poeta che Métellus raggiunge la celebrità, proprio negli stessi anni che lo vedono specializzarsi in neurologia e in linguistica, divenendo una vera autorità nel campo della cura dell’afasia e dei disturbi del linguaggio. Il suo primo poema, Au pipirite chantant, molto apprezzato da André Malraux, è salutato come un avvenimento letterario. Seguiranno numerose raccolte poetiche (Tous ces chants sereins, Hommes de plein vent, Voyance…) e svariati romanzi di ambientazione europea (Une eau-forte, La parole prisonnière…) e haitiana (ricordiamo Jacmel au crépuscule, La famille Vorteux, Les Cacos, solo per citarne alcuni). La corposa produzione di quest’eclettico medico-artista comprende anche opere saggistiche di rilievo (Haïti, une nation patetique, 1987) e una serie di testi teatrali, tutti di ispirazione storica; tra questi, Anacaona (Hatier, 1986), pubblicato oggi per la prima volta in Italia.
Autore di
  • ANACAONA'

    Il mondo caraibico rivive con forza e poesia nelle pagine dello scrittore di Haiti

    • 978-88-8871-095-7
    • 2004
Proprietà dell'articolo
creato:mercoledì 25 novembre 2009
modificato:giovedì 16 febbraio 2017