Carrello

non ci sono prodotti nel tuo carrello

libri

MANTOVA. UNA CITTA' SULL'ACQUA

Alluvioni e bonifiche nelle terre dei Gonzaga

  • Disponibile
  • € 12,90
  • Compra
Un volume unico nel suo genere che riunisce per la prima volta il racconto millenario delle bonifiche del territorio mantovano, la descrizione delle opere architettoniche e urbanistiche legate all’acqua e la storia scritta dall’acqua nel territorio della provincia di Mantova. Il tutto a corredo delle oltre 100 immagini storiche di Mantova, le vere protagoniste del volume: fotografie di una volta, cartoline d’epoca, immagini dell’Ottocento per imparare a conoscere e per ricordare l’importanza che l’acqua ha sempre rivestito per la città di Mantova e per il suo territorio.

Circondata da acque dolci, che occupano il quaranta per cento del suo territorio, Mantova non potrebbe immaginarsi priva dei suoi laghi e dei suoi fiumi. Già il racconto mitico della fondazione della città ci riporta inequivocabilmente all’acqua: secondo la leggenda infatti Manto, figlia dell’indovino Tiresia e sacerdotessa di Apollo, dopo aver a lungo vagato dopo la morte del padre, si stabilì sulle rive del Mincio, dove le sue lacrime disperate crearono i laghi intorno alla città e diedero alle acque doti divinatorie e profetiche. Un rapporto indissolubile quello tra acqua e terra che ha contribuito nei secoli a costruire la storia e la struttura architettonica della città: fin dalle origini le acque hanno rivestito un ruolo strategico come vie di comunicazione, strumento di difesa, risorsa per l’economia del territorio e indispensabile fonte energetica. Ma le acque hanno segnato la storia di Mantova anche nella loro veste di forza naturale spaventosa e terribile, capace di sommergere e distruggere quello che incontra: per questo i mantovani hanno dovuto adoperarsi nei secoli per realizzare opere di canalizzazione, scongiurare il pericolo delle alluvioni e regolare l’inscindibile ma delicato rapporto tra la città e le sue acque.

Il volume “Mantova Una città sull’acqua” è un racconto, per immagini e parole, della città e delle sue opere architettoniche legate all’acqua. Il Ponte dei Mulini e il Ponte di San Giorgio, il Bagno Pubblico Zappetto, una piscina naturale che per lungo tempo è stato uno dei principali punti di ritrovo e di divertimento, il Mulino Giannantoni e il porto Catena detto “Nuova Genova” per l’importanza commerciale che ha rivestito fino all’inizio del XX secolo. E ancora l’elenco delle inondazioni di Mantova e della sua provincia, dal 1077 ad oggi, la storia della bonifica dell’agro mantovano, dagli interventi dei romani all’incuria del periodo medievale, dalle opere d’epoca rinascimentale agli interventi operati tra Otto e Novecento.
Proprietà dell'articolo
creato:martedì 1 dicembre 2009
modificato:lunedì 15 marzo 2010