Carrello

non ci sono prodotti nel tuo carrello

libri

I GIOIELLI DI MARIA LUIGIA D'ASBURGO

Quaderni del Museo n° 11

  • 978-88-7847-299-0
  • Francesca Sandrini
  • 2009
  • 38
  • I quaderni del Museo Glauco Lombardi
  • Disponibile
  • € 22,00
  • Compra
Rispetto ai precedenti volumi della serie la pubblicazione, edita da Mup, si presenterà rinnovata nella veste grafica e nel formato; curata da Francesca Sandrini, con testi e schede di Francesca Sandrini e Mariachiara Bianchi, è stata dedicata a un argomento particolarmente affascinante: i gioielli di Maria Luigia d’Asburgo, tanto quelli del fastoso periodo napoleonico quanto quelli, assai più “modesti”, del lungo trentennio ducale. L’intento è stato quello di ricostruire la storia, dalla loro prima commissione alla spesso inevitabile successiva dispersione, di alcune delle più straordinarie parure mai realizzate, uscite dai laboratori dei più grandi maestri orafi del XIX secolo e alle quali si andava ad affiancare un variegato campionario di preziosi decisamente meno impegnativi, destinati all’uso quotidiano. Seguite le vicende di questi monili fino alla morte di Maria Luigia, si è poi voluto ricomporre l’intricato peregrinare di tali pezzi nelle epoche posteriori: alcuni di essi, essendo beni della Corona francese, legarono le loro sorti alla storia nazionale di Francia, altri invece, di provenienza, valore e significato diversi, confluirono nei vari rami della famiglia Asburgo e del casato Sanvitale di cui era entrata a far parte la figlia Albertina. Il quaderno si completa di altre due sezioni, l’una relativa a tutti i gioielli della duchessa conservati in Museo, riproposti ciascuno con scheda scientifica che renda conto delle novità e precisazioni emerse in corso di studio, la seconda riguardante il testamento della sovrana redatto nel 1844 e pubblicato per la prima volta in forma integrale.
   

Il volume "I gioielli di Maria Luigia d'Asburgo", a cura di Francesca Sandrini (undicesima pubblicazione della collana "Quaderni del Museo Glauco Lombardi") è stato eletto libro del mese dalla prestigiosa Fondation Napoleon. Visita il sito della fondazione e leggi la recensione del libro.

Proprietà dell'articolo
creato:martedì 1 dicembre 2009
modificato:martedì 21 marzo 2017