Carrello

non ci sono prodotti nel tuo carrello

libri

  • L'ESTATE DI ANNAL'ESTATE DI ANNA

    Il ritratto di una donna fragile, appassionata, quasi un’eroina da melodramma travolta in un vortice di distruttiva follia amorosa
    • Disponibile
    • € 4,90
    • Compra
  • LA SCOPERTA DELL'ALFABETOLA SCOPERTA DELL'ALFABETO

    Un mondo contadino disincantato tra realtà e favola
    • Esaurito
    • € 4,90
  • COMPANIA ZAPPATORICOMPANIA ZAPPATORI

    Una riflessione ultima e sofferta di un uomo che si pone domande sul destino, sulla morte e sulla solitudine
    • Disponibile
    • € 4,90
    • Compra
  • I LUNATICI I LUNATICI

    15 nuovi scrittori italiani
    • Disponibile
    • € 15,00
    • Compra
  • LA QUARANTASETTESIMALA QUARANTASETTESIMA

    Uno dei più bei libri dedicati alla Resistenza

SETTE MILIARDI DI ONDE

Il romanzo vincitore del Premio Malerba di Narrativa 2015

  • 978-88-7847-508-3
  • Elena Pietschmann
  • 2016
  • 224
  • Premio Malerba
  • Disponibile
  • € 15,00
  • Compra

Sette miliardi di onde, come le persone che popolano la terra, dividono Ndanarou, un piccolo villaggio del Senegal, da Parigi. Due universi che appaiono lontani ed estranei, ma che infine convivono nella vita di Nicole “Fatu”, una donna in bilico tra queste realtà: quella di Parigi dell’infanzia, delle passeggiate con il nonno e della freddezza materna, poi delle osterie animate dai dibattiti ideologici degli studenti universitari e del primo amore, Mathieu; quella del Senegal, sognato attraverso i racconti del nonno, dimenticato dalla madre, poi reale e pulsante, vissuto sulla pelle di toubab (straniera) a Dakar e Ndanarou, delle risate con le donne sotto l’ibisco, del contatto con il corpo rassicurante di Aziz, ma, soprattutto, dei grandi occhi neri del bambino Hamid.

La vita di Nicole e delle persone che la popolano tesse un arco di un secolo che va dal colonialismo al fenomeno odierno della migrazione. Una storia fatta di tanti luoghi e di tante vite, per comprendere che ciò che chiamiamo “casa” non è solo un posto definito e limitato, ma anche quell’intreccio unico e inestricabile di emozioni, atmosfere, esperienze e persone che fanno di noi quello che siamo.

Proprietà dell'articolo
creato:mercoledì 12 ottobre 2016
modificato:mercoledì 12 ottobre 2016