Carrello

non ci sono prodotti nel tuo carrello

libri

LE BURRASCOSE AVVENTURE DI GIOVANNINO GUARESCHI NEL MONDO DEL CINEMA

Guareschi e il cinema, un amore-odio che dura tutta una vita

  • Disponibile
  • € 29,00
  • Compra

Così potremmo riassumere il rapporto tra Giovannino e la nuova arte che s’impone al grande pubblico nel Novecento. Guareschi è una figura complessa: è stato fotografo, vignettista, grafico, cartellonista, scrittore, giornalista, inventore di giornali, collaboratore alla radio, critico televisivo e anche sceneggiatore dei propri racconti di don Camillo, Peppone e il Crocifisso che parla.

Dopo aver scandagliato gli inizi come disegnatore e umorista nel periodo parmigiano, dopo aver focalizzato la ricerca in un libro di fotografie che raccontasse Fontanelle, il paese dove è nato, ecco finalmente il volume sul cinema. Insieme ad un gruppo di ricercatori coordinato in collaborazione con la Cineteca di Bologna e al Club dei Ventitré, abbiamo scritto, raccolto immagini e documenti che ricontestualizzano il lavoro di Giovannino nel momento d’oro del cinema italiano, quello del periodo della dolce vita, negli anni Cinquanta, quando il primo film di Don Camillo sbancherà i botteghini e sarà campione di incassi dopo aver venduto quasi un milione di copie di libri.

Rileggere l’intera parabola di Giovannino nel burrascoso mondo del cinema a partire da Gente così fino a La rabbia con Pasolini, è stata una sorpresa per le implicazione e le tessiture di rapporti internazionali tra produttori, editori, registi e attori. Superando finalmente le miopie critiche legate alla figura di questo autore cancellato dalla cultura di sinistra dalle antologie e dalle storie della letteratura e del cinema, con questo volume si rende giustizia a Giovannino e al suo lavoro cinematografico.

Finalmente si comincia a studiare il profondo rapporto tra disegnatori umoristici e sceneggiatori, tra giornali umoristici e cinema, a dimostrazione che il mondo della letteratura e del cinema, dei giornali e dell’umorismo in genere ha avuto osmosi sempre più profonde e ricche d’implicazioni. Questo volume apre finalmente una porta verso una ricerca che comincia e che sicuramente, nei prossimi anni, avrà implicazioni importanti non solo nel campo del cinema ma anche della letteratura e della cultura in genere, per tradizioni sul Novecento.

Proprietà dell'articolo
creato:giovedì 4 giugno 2009
modificato:mercoledì 3 febbraio 2010